quanto costa un e commerce

Quanto costa aprire un E-commerce Online: Costo di un negozio online

Costi Negozio Online E-commerce

Il settore dedicato al web sta diventando molto popolare negli ultimi anni, soprattutto per chi vuole per la prima volta mettersi in proprio, creandosi un esercizio produttivo. Per di più la gente inizia ad apprezzare moltissimo il fatto di poter comprare da casa quello che preferisce, avendo scelta molto più ampia e vasta che in un negozio fisico, garantendosi spesso anche reso e spedizioni gratuite in orari prescelti.

I costi di gestione sono molto più contenuti, anche nell’investimento iniziale stesso, la bassa necessità di personale, l’assenza di un affitto, assenza delle utenze, mantenimento e amministrazione molto più semplice, spesso anche gestibile anche da una sola persona.

Scopri il nostro servizio di realizzazione di siti web a Fano.

Burocrazia e-commerce

Così come nel caso di un negozio fisico, bisognerà ovviamente rivedere tutte le pratiche burocratiche necessarie per l’apertura dell’e-commerce. Sì, anche un negozio online ha bisogno di seguire le leggi basate sulla Direttiva 200/31/CE, che da’ la possibilità di aprire uno shop on-line privo di concessioni previe.

Ma vediamo nel dettaglio: cos’è effettivamente un  negozio online? Quali sono i tipi di shop online esistenti? Un negozio online rappresenta un posto non-fisico sui cui vendere articoli attraverso l’utilizzo di piattaforme di vendita tramite l’utilizzo di internet.

Le opzioni del commercio on-line sono: la creazione di un sito proprio con propri articoli da vendere con necessità di PIVA, senza terze parti; vendita indiretta, vendere i propri prodotti su siti da altri gestiti; effettuare ricevute di prestazioni occasionali, quindi senza l’apertura della PIVA, ma solo con fatturato inferiore ai 5.000 euro annui, con esercizio non continuativo.

Nel primo caso, quindi, supponendo un’entrata maggiore ai 5.000 euro, bisognerà iscriversi  alla Gestione Separata Commercianti (SCIA), iscrizione alla Camera di Commercio, comunicare l’apertura del negozio all’INPS e all’Agenzia delle Entrate e allo Sportello per Le Attività Produttive del comune, iscriversi al VIES (ma solo in caso di vendita nei Paesi dell’UE).

Costi apertura e-commerce o negozio online

Valutando quindi tutti i passaggi da realizzare per l’apertura del negozio on line possiamo iniziare a valutarne i costi fissi. Prima di tutto bisogna valutare bene i propri obiettivi, conoscere gli articoli che si vogliono vendere e conoscerne i mercati sui cui inserirli.

Creazione del sito

Ebbene sì, la creazione stessa del sito ha dei costi a se stanti, anche nel fai da te. Dominio, Hosting, pubblicità, visibilità, questi sono alcuni dei punti principali. Spesso sono quasi pari alla realizzazione tramite agenzia, se si valutano anche i tempi con cui si vuole realizzare il sito, stimando poi anche la propria esperienza e conoscenza della tecnologia di base utile alla realizzazione.

Pratiche burocratiche

Anche le pratiche burocratiche non sono assolutamente da sottovalutare, considerando i costi dei diritti del comune che possono variare a seconda del comune stesso; la SCIA che varia a seconda dell’imposta locale e a seconda dei professionisti che si occuperanno di essa; costi d’iscrizione all’INPS e al registro d’imprese, passando poi agli onorari di commercialisti e notai necessari; pubblicità.

Considerazioni previe shop online

Come detto al principio, la diffusioni dei servizi su internet negli ultimi anni si sta propagando sempre di più, quindi bisogna pensare bene al tipo di shop online da creare. Scegli se vendere un servizio o un articolo; vendere al dettaglio o all’ingrosso (Business-to-Business o Business-to-Consumer). Da qui potrai già decidere meglio l’impostazione e la gestione del sito valutando le strategie di vendita e la gestione magazzino.

Se hai già un negozio fisico, aggiungere uno shop online, farà crescere la quantità di clienti e darà più fama alla tua azienda, traendo maggiori entrate. Considerando che lo shop online è raggiungibile anche di notte.

Sicuramente così come nel negozio fisico, anche in questo caso bisogna considerare quanto si vuole investire sull’e-commerce, valutando anche i progetti, le strategie e le pratiche burocratiche. Stimando anche i vantaggi che quel budget investito potrà trarre.

Altri punti da non sotto valutare sono:

  • La scelta di alcuni prodotti, per poi aggiungerne altri in futuro;
  • Target di vendita mirato, per facilitare la riuscita;
  • Gestione inventariale, acquistando l’inventario dai produttori ed occupandosi in proprio della logistica;
  • Controllo guadagni attraverso creazioni fogli di calcolo per la migliore gestione di: prezzi di acquisto, spese di spedizione, commissioni per i vari metodi di pagamento, calcolo del tempo impiegato per il lavoro.

Per questo motivo si consiglia sempre di parlare preventivamente con gli esperti del settore che già considerano tutto l’insieme dei costi e della realizzazione, di cui parleremo qui di seguito.

Come realizzare il negozio online

Nella realizzazione di un negozio online ad oggi la prima cosa principale è riuscire ad essere competitivi, focalizzarsi su ciò che altri siti non fanno. Scelta di un dominio semplice, Hosting di qualità, grafica attraente e semplice, carrello spesa e che la piattaforma risulti responsive.

Il dominio deve essere semplice per essere ricordato e scritto facilmente e che non confonda con altri già esistenti; deve essere garantito di una buona assistenza dall’hosting, che deve anche poter offrire qualità e velocità di utilizzo.

L’interfaccia è il punto principale. Il Design del sito deve essere impattante già a prima vista. I colori, i temi devono essere pertinenti con gli articoli e i prodotti in vendita. Il carrello dovrà essere ben visibile e di facile utilizzo integrato di cross-selling. Garantire metodi di pagamento sicuri e conosciuti e accessibilità da tutti i dispositivi. 

Tutti questi altri piccoli dettagli che scoprirete mano a mano che creiate, sono punti cruciali per la creazione dello shop online.

Quanto costa un’agenzia per la creazione del negozio online

I costi del lavoro per lo sviluppo di un e-commerce sono molto variabili, spesso è meglio prima di tutto considerare il budget da voler dedicare al pagamento dell’agenzia che si occuperà del sito e poi valutare quali servizi è più importante richiedere all’agenzia.

Sicuramente un esperto del settore saprà considerare e gestire tutti i dettagli relativi all’ecommerce:  produzione della pagina stessa valutando, temi, colori, hosting, grafica, posizionamento, strategie, progettazione UI ed UX, Template… Potrà anche gestirne il mantenimento, gli aggiornamenti, la logistica…

Un’altra parte molto importante è quella dedicata alla strategia di Marketing, in modo tale che i clienti trovino la pagina della tua azienda. Content Marketing, Refferral, Social Media Marketing, Email sono gli strumenti più utilizzati.

Come funzionano? Attirano clienti attraverso blog, post, video, immagini, post (Content Marketing); invio di email: sì, l’invio di email ad un pubblico mirato con contenuto mirato è uno dei più effettivi mezzi del momento, ancora più funzionale dei social; Social Media come Facebook o Instagram vengono usati come ispirazione per fare le compre online.

Ecco perché il prezzo non può essere determinato in maniera fissa. Ha delle varianti che sono  molto dedicate alla personalizzazione e alle richieste proprie dell’azienda che necessita il sito stesso. Considerando bene i tempi che ci si potrebbero impiegare nella creazione in proprio del sito, pensando anche agli studi necessari di programmazione che non utilizziamo giornalmente. 

Ecco che rivolgersi agli esperti nel campo della grafica pubblicitaria, web marketing e creazione siti ed ecommerce, non  appare poi così costoso come sembra. Ricordando quindi che le funzionalità offerte, le scelte fatte (considerando le richieste ovvie dell’azienda), la velocità e la semplicità che dovrà offrire la pagina, l’ottimizzazione e il posizionamento sui motori di ricerca (Gooogle, Bing, Yahoo…) e i tempi di costruzione più ridotti saranno sicuramente molto migliori.

Ricorda! I preventivi sono sempre gratuiti!

Quali sono i punti che fanno variare il prezzo dell’e-commerce

Come già detto in precedenza i costi sono quindi molto variabili, non potrà mai avere un costo standardizzato. Anche la scelta del design grava fortemente soprattutto se si vuole accessibilità funzionale e semplice da tutti i dispositivi.

In base alla laboriosità del tuo progetto, il vastità del catalogo, tipologia di prodotti, la quantità di marchi da gestire. In molti casi si potrà avere necessità, nello steso dominio, di più pagine con differente struttura. Ecco perché bisogna essere ben consapevoli di quello di cui ci si vuole occupare, anche questo incide sul costo.

La piattaforma su cui gestire è fondamentale, ma anche essa ha dei costi. Si potrà scegliere a seconda se si desidera più funzionalità (Magento), interfaccia user friendly di semplice utilizzo e dashboard intuitiva (Prestashop), impaginazione più professionale  e con molte varianti per personalizzare al meglio (WooCommerce).

Il design: più complesso e attraente è, più elevato sarà il costo; così come l’aggiunta di immagini, video. Pensando anche allo style più inerente ai prodotti offerti, per migliorare l’esperienza dell’utente garantendo acquisti anche da qualsiasi dispositivo essi utilizzino.

Strategia di marketing web specializzata: pensa se avessi un sito ben visibile ma hai pochi articoli da proporre, oppure hai da offrire molto ma nessuno trova la tua pagina e quindi sono pochi gli utenti che entrano nel tuo shop online, ecco che entra in gioco la SEO, la pubblicità o il Copywriting.

Personalizzazioni: questa parte dipende molto dai Software che si vogliono utilizzare gestione delle email (CRM), collegamenti ad altri siti, gestione pagamenti online (Plug-in)

Conclusioni

Concludendo come avrai già capito dalla lettura i costi sono molto variabile e la gestione in solitaria di uno shop online potrà risultare macchinosa e insoddisfacente. La cosa più importante sono i clienti e le loro esigenze, senza tralasciare la visibilità.

Ottenere il massimo dei risultati? Meglio un’agenzia adeguata che abbia già tutte le conoscenze del caso. Richieder un preventivo e gratuito e puoi valutarne la richiesta di uno economico o uno Top! Ricorda però che e il preventivo fosse economico non vuol sempre dire che l’azienda non sia seria. Può anche voler dire che l’ecommerce risulterà meno elaborioso, più semplice.

 Personalizza il tuo e-commerce, richiedi un preventivo, verrai aiutato anche nelle scelte più utile ed adatte al tuo negozio e alla tua clientela.

Contattaci
1
Chiedi il tuo preventivo
Ciao 👋
Come posso aiutarti?